Addio ad Armando Giuranna

Primo piano

La sera del 4 agosto 2018 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari Armando Giuranna Presidente Nazionale emerito dell'ENS. La Comunità Sorda si stringe con affetto ai suoi familiari, l'ENS lo ricorderà con iniziative per onorarlo e tenerne viva la memoria.

Presidente Nazionale ENS dal 1987 al 1995 è stato figura chiave, indimenticabile della storia dell’Ente Nazionale Sordi e del movimento sportivo silenzioso, instancabile attivista e promotore dei diritti umani e civili delle persone sorde.

Oggi lunedì 6 agosto 2018 una nutrita delegazione ENS guidata dal Presidente Nazionale Giuseppe Petrucci ha reso omaggio e l’ultimo saluto ad Armando Giuranna, presso la Chiesa Cottolengo a Palermo.

Dopo la presidenza provvisoria del Comm. Giovanni De carlis (1948-1950), la Presidenza del dott. Vittorio Ieralla (Federazione Nazionale delle Associazioni dei Sordomuti 1941-1946; ENS 1950-1982), la Presidenza ad interim del Comm. Manlio Marcioni f.f. dal 25 luglio al 19 settembre 1982 e la Presidenza del Cav. Uff. Furio Bonora (1982-1987), il Cav. Amando Giuranna ha ricoperto la più alta carica all’interno dell’ENS dal 1987 al 1995.

Nato a Enna il 6 marzo 1945, sordo dalla nascita, ha frequentato le elementari senza i servizi e le risorse per l’inclusione scolastica oggi presenti – ancora purtroppo carenti – e con grandi sacrifici e forza d’animo ha proseguito gli studi presso l’Istituto di Studi Medi e Superiori di Padova, nella scuola speciale fondata da Antonio Magarotto, completando poi gli studi privatamente a Palermo.

Da sempre partecipe e promotore anche del mondo sportivo silenzioso nella sua Sicilia e nell’ambito di prestigiosi incarichi nazionali e internazionali, è stato atleta e dirigente nella Federazione sportiva FSSI, membro della Commissione Federale e infine Presidente alla fine degli anni Ottanta.

La sua vita è stata dedicata alle battaglie per i diritti delle persone sorde a ogni livello, contribuendo a far crescere l’ENS dalla sua elezione nel 1970 a Presidente della Sezione Provinciale di Palermo, successivamente nel Comitato Regionale Sicilia fino all’elezione nell’ambito del Congresso nazionale di Chianciano Terme, nel 1974, quale membro del Consiglio Direttivo fino al 1981, quando ritorna Presidente locale dell’ENS nella sua amata Palermo.

Continua la sua instancabile attività all’interno dell’Ente fino al congresso di Tirrenia (Pisa), nel 1987, quando viene eletto Presidente Nazionale, carica ricopre fino al 1995.

Numerosi gli altri incarichi istituzionali ricoperti, non solo in ambito sportivo: ricordiamo che a livello internazionale Giuranna è stato membro del Direttivo della World Federation of the Deaf (1987-1995) con delega ai rapporti con i paesi africani, partecipando altresì alle Commissioni dell’Organizzazione della Sanità.

Ha proseguito poi l’attività presso l’ENS territoriale con l’elezione a Presidente della Sezione Provinciale ENS di Palermo e del Consiglio Regionale ENS Sicilia negli anni 2000 e 2001.

Insignito del Cavalierato al merito della Repubblica Italiana ha dato tanto all’ENS e alla comunità sorda italiana.

Queste le parole con cui inaugurò la sua Presidenza Nazionale dopo l’elezione al Congresso di Tirrenia (Pisa) nel maggio 1987.

«Nell’assumere la carica di Presidente dell’Ente Nazionale Sordomuti desidero rivolgere un caloroso appello e il più cordiale saluto a tutti i sordi e a tutto il personale. La mia diretta conoscenza, acquisita nei lunghi anni di lavoro spesi al servizio dell’ENS, dell’impegno e della preparazione a svolgere determinati compiti, mi inducono a guardare il futuro dell’ENS con serena fiducia.

La conferma a Segretario Generale del dott. Cesare Magarotto, cui mi legano una pratica ormai antica di collaborazione e sentimenti di amicizia, assicurerà una continuità dell’operare, che non sarà un mero protrarsi del passato, ma una comune coscienza dei problemi.

Sono convinto che assieme, Presidenza, Consiglio Direttivo, Consiglio Nazionale, Consigli Regionali, Consigli Provinciali, esperti, collaboratori volontari e personale tutti, saremo in grado di aprire una feconda stagione di lavoro e di risultati, al servizio dell’ENS, ed è con questo fervido augurio che Vi saluto con sentimenti di amicizia e di solidarietà».

Tante le battaglie svolte sotto il suo mandato presidenziale, di cui ricordiamo qui l’Approvazione della legge 21 novembre 1988 n. 508 sull’indennità di comunicazione, le lotte per l’inclusione scolastica, per l’ampliamento dei servizi dedicati all’accessibilità all’informazione e comunicazione in televisione e negli uffici pubblici, la partecipazione e

promozione di eventi nazionali e internazionali, le iniziative per i giovani, la formazione dei docenti sordi di Lingua dei Segni.

L’ENS tutto – il Presidente Nazionale, Il Consiglio Direttivo, il Segretario Nazionale, I Dirigenti e soci di tutta Italia – e l’intera comunità dei Sordi Italiani Ti rendono solenne omaggio.