Trasporto pubblico: tutte le regole dal 1° settembre, dal green pass alla capienza ridotta

Bollettini ENS

In vista della ripresa della riaperture delle scuole e delle attività lavorative, sono state pubblicate le nuove linee guida Covid-19 sul traporto pubblico definite dal Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, in accordo con Regioni, Province autonome, ANCI e UPI.

Il Protocollo stabilisce sia “misure di sistema" valide a livello nazionale per ogni tipologia di trasporto - fatta salva la possibilità per le Regioni e Province autonome di introdurre prescrizioni più restrittive a seconda della situazione epidemiologica - sia direttive specifiche per i singoli mezzi.

Le linee guida saranno valide dal 1° settembre al 31 dicembre. LEGGI le linee guida sul traporto pubblico

Tra i punti principali delle linee guida generali segnaliamo:

  • aumento delle corse;
  • differenziazione dell’orario di ingresso a scuola, in fabbrica e in ufficio;
  • obbligo di mascherina;
  • misure per la gestione di casi di violazione dell’obbligo di Green Pass laddove richiesto.

In merito a quest'ultimo punto, ricordiamo, come pubblicato sul nostro sito ieri, che dal 1° settembre la Certificazione Verde COVID19 è necessaria anche su treni, traghetti, autobus a lunga percorrenza e aerei. Il certificato non viene invece richiesto sui trasporti pubblici urbani, come autobus, tram, metro e funicolari cittadine; esentate anche le persone che salgono su treni regionali.

Tra le direttive specifiche per i singoli mezzi segnaliamo:

  • la capienza massima all’80% di autobus, tram, metro, bus navetta aeroportuali e traghetti interregionali;
  • obbligo di mascherina negli ambienti al chiuso e sui mezzi (compresi i trasporti del settore sciistico per i quali non è previsto Green Pass).

Restano fondamentali i comportamenti individuali per combattere la diffusione del contagio. Nelle linee guida presenti anche le raccomandazioni per tutti gli utenti dei servizi di trasporto pubblico:

  • non usare il trasporto pubblico se si hanno sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore);
  • acquistare i biglietti preferibilmente in formato elettronico, on line o tramite app;
  • usare, oltre ai casi espressamente previsti, sempre la mascherina chirurgica o altro dispositivo di protezione individuale di livello superiore negli spazi al chiuso o anche all’aperto nel caso in cui non sia assicurato il distanziamento interpersonale di un metro;
  • seguire la segnaletica e i percorsi indicati all'interno delle stazioni o alle fermate mantenendo, ove possibile, la distanza di almeno un metro dalle altre persone ed evitando assembramenti, ove ciò non sia possibile indossare una mascherina chirurgica o un dispositivo di protezione individuale di livello superiore;
  • utilizzare le porte di accesso ai mezzi indicate per la salita e la discesa, rispettando, ove possibile, la distanza interpersonale di un metro;
  • sedersi solo nei posti consentiti, mantenendo, ove prescritto, il distanziamento dagli altri occupanti;
  • evitare di avvicinarsi o di chiedere informazioni al conducente;
  • nel corso del viaggio, igienizzare frequentemente le mani ed evitare di toccarsi il viso.