CinemAccessibile: lo spot per un cinema aperto a tutti

Cinema

Finalmente pubblichiamo lo spot di sensibilizzazione che è stato presentato mesi fa alla rassegna di film contemporanei alla Casa del Cinema di Roma. Detto così l’evento non sembra essere stato una grande novità, ma se i film proiettati vengono sottotitolati ed è anche disponibile il servizio di interpretariato LIS per un incontro con autori, attori e tecnici, allora cambia tutto.

Per quattro domeniche, infatti, le persone sorde hanno potuto avere completo accesso alla programmazione di alcuni tra i film contemporanei promossi a livello internazionale e provenienti dai più prestigiosi festival; per quattro appuntamenti, da gennaio a maggio, il nuovo cinema italiano si è reso accessibile, La rassegna, chiamata appunto “CinemaAccessibile” e nata dalla collaborazione che l’Ente Nazionale Sordi ha avviato con la Casa del Cinema e l’Istituto Luce Cinecittà, ha pienamente raggiunto il suo obiettivo: abbattere le barriere della fruizione del cinema.

Le proiezione, infatti, gratuite ed aperte al pubblico fino ad esaurimento posti, sono state un vero successo. La comunità sorda ha risposto presente a questa iniziativa, riempiendo la Sala Deluxe della Casa del Cinema in tutti e quattro gli appuntamenti. Il primo film, proiettato il 24 gennaio, è stato “Gli ultimi saranno gli ultimi” di Massimiliano Bruno. Prima della proiezione il Presidente Nazionale ENS Giuseppe Petrucci, il Presidente e AD Istituto Luce-Cinecittà Roberto Cicutto ed il Direttore Casa del Cinema Giorgio Gosetti hanno presentato l’intero progetto ed illustrato i suoi obiettivi. "Pensiamo che appartenga ai compiti della Casa del Cinema - ha detto Gosetti - offrire servizi nella linea dei supporti all'accessibilità e mettere in valore anche il cinema italiano più recente, creando le condizioni perché anche comunità di pubblico abitualmente escluse dalla fruizione possano apprezzare il lavoro degli autori, degli interpreti e dei tecnici che oggi danno luce al nostro cinema"
La rassegna “CinemaAccessibile” è continuata poi con la proiezione di “Alaska” di Claudio Cupellini (il 28 febbraio), “Lo chiamavano Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti (il 13 marzo) e “Chiamatemi Francesco” di Daniele Luchetti (l’ 8 maggio).

Proprio l’ultimo appuntamento del “CinemAccessibile” è stata l’occasione per presentare lo spot di sensibilizzazione per la sottotitolazione dei film nei cinema.
Lo spot, realizzato nell’ambito del Festival Internazionale del Film Corto
Tulipani di Seta Nera 2016, soggetto e sceneggiato a cura di Paola Tassone con Anna Seviroli, in collaborazione con l’ENS, è nato con l’obiettivo di sensibilizzare le case di distribuzione, i cinema, le produzioni sulla sottotitolazione dei film trasmessi nelle sale, quasi sempre inaccessibili alle persone sorde.
Hanno partecipato alla presentazione il Direttore Giorgio Gosetti, Paola Tassone, la promotrice del Festival TSN e sceneggiatrice dello spot, Vittorio Corsini, Presidente della Sezione Provinciale ENS di Roma, Amir Zuccalà per la Sede Centrale ENS e i due attori protagonisti dello spot, Ester Vinci e Mirko Di Marco.

A dimostrazione della grande riuscita del CinemaAccessibile e del buon lavoro di sensibilizzazione promosso dall’ENS, la Casa del Cinema ha poi organizzato un festival, durato per tutta l’estate, completamente accessibile. La rassegna, infatti, chiamata Effetto Notte, è stata caratterizzata da 70 appuntamenti ad ingresso gratuito dove sono stati proiettati altrettanti film con sottotitoli in italiano.

Ecco quindi che vi proponiamo lo spot di sensibilizzazione con protagonisti Ester Vinci e Mirko Di Marco, che in pochi minuti ci mostrano uno degli ostacoli che le persone sorde incontrano sulla strada di quella vita piena, autodeterminata e “normale” che hanno tutto il diritto di avere.
Il cammino per rendere il cinema davvero accessibile per le persone sorde è ancora lungo, ma di sicuro la strada che è stata intrapresa ci fa ben sperare per il futuro.