2 giugno, il compleanno della nostra democrazia

Eventi

Oggi si festeggia il 71esimo anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana! E’ stata scelta questa data perché, proprio tra il 2 e il 3 giugno 1946, si tenne il referendum con cui gli italiani scelsero di far diventare l'Italia una Repubblica costituzionale, abolendo la monarchia.


Il referendum fu indetto una volta terminata la seconda guerra mondiale, qualche anno dopo la caduta del fascismo, e fu la prima votazione a suffragio universale. Insomma, il 2 giugno è un po’ come se fosse il compleanno della democrazia italiana, la nostra democrazia. Abbiamo evidenziato il “nostra” perché ci teniamo a precisare che è anche la democrazia della comunità sorda, o almeno dovrebbe esserlo.
Troppo spesso, infatti, siamo esclusi dalla vita del Paese.

Sono ancora tante le barriere che impediscono ai sordi un accesso completo all'informazione, alla comunicazione, alla cultura, all'educazione, alla vita sociale, lavorativa, ricreativa e politica. Il passo fondamentale per il superamento delle barriere sensoriali, che porterebbe alla piena autonomia, integrazione e realizzazione umana dei sordi, è il riconoscimento della lingua dei segni italiana.

Proprio in questi giorni il Parlamento, il cuore della Repubblica che oggi festeggiamo, sta discutendo la legge sul riconoscimento della LIS. Speriamo che finalmente, dopo tanto, troppo tempo, sia arrivato il momento che il nostro Stato riconosca la nostra lingua. Quindi festeggiamo questa giornata ed incrociamo insieme le dita:
buona festa della Repubblica a tutti i sordi italiani!

Per chi si trovasse a Roma, questo è il programma della giornata:
alle 9.15 appuntamento all'Altare della Patria dove il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, deporrà una corona d'alloro;
dalle 10 occhi puntati sui Fori Imperiali per la tradizionale sfilata militare e per ammirare il le Frecce Tricolori.

Spazio anche a cultura, arte e storia:
dalle 15.00 alle 19.00 i Giardini del Palazzo del Quirinale saranno aperti al pubblico;
dalle ore 10 alle 18 sarà possibile visitare anche il Senato; per prendere parte alla visita sarà necessario ritirare coupon in Piazza Madama, 11.