Vaccinazioni obbligatorie per l'iscrizione a scuola

Anno 2017

Ricordiamo che è stato approvato in via definitiva il Decreto Legge 7 giugno 2017, n. 73 “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale” proposto dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che introduce un elenco di vaccini obbligatori. Per l’iscrizione a scuola le vaccinazioni obbligatorie sono 10:

· l’anti-polio,
· l’anti-difterite,
· l’anti-tetanica,
· l’anti-epatite B,
· l’anti-pertosse
· l’anti-Haemophilus influenzae tipo b,
· anti-morbillo (fino al 2020),
· anti-rosolia (fino al 2020),
· anti-parotite (fino al 2020),
· anti-varicella (fino al 2020).

Ci sono inoltre 4 vaccinazioni fortemente raccomandate: contro meningococco B, meningococco C, pneumococco e rotavirus.

Le vaccinazioni obbligatorie sono gratuite. Per i bambini nati dal 2001 al 2016 devono essere somministrate le vaccinazioni contenute nel calendario nazionale dei vaccini in vigore nell’anno di nascita del bambino.

Il rispetto dell’obbligo vaccinale è un requisito per l’ammissione alle scuole dell’infanzia (da 0 a 6 anni). Dalla scuola elementare in poi i bambini possono accedere a scuola anche se non vaccinati ma viene comunque attivato un percorso di recupero della vaccinazione ed i genitori possono incorrere in sanzioni amministrative pecuniarie (multe da 500 a settemilacinquecento euro) e segnalazione del mancato adempimento alla Procura della Repubblica.

Per il prossimo anno scolastico 2017/2018 i genitori devono presentare la documentazione o l’autocertificazione dell’avvenuta vaccinazione entro il 10 settembre 2017 per i nidi e entro il 31 ottobre 2017 per le scuole dell’obbligo (materna, elementari, media, liceo fino al 2° anno compreso). Dall’anno 2019-20 le scuole dialogheranno direttamente con le ASL per verificare se gli studenti sono in regola con i vaccini.

I minori non vaccinabili per ragioni di salute sono inseriti in classi nelle quali sono presenti soltanto minori vaccinati o immunizzati naturalmente.