La Rappresentanza dell'ENS si è recata al Convitto Statale per Sordi di Padova in visita alla tomba di Antonio Magarotto

Stamattina c'è stato il primo appuntamento della tre giorni di Padova dedicata alla sordità. Una rappresentanza dell'ENS, composta dal Presidente Giuseppe Petrucci, dai membri del Consiglio Direttivo e dal Segretario Generale Avv. Costanzo Del Vecchio, si è recata al Convitto Statale per Sordi di Padova in visita alla tomba di Antonio Magarotto, fondatore dell'ENS e Papà dei sordi italiani.

Non potevano non iniziare queste tre giornate di festa e rivendicazione senza rendere omaggio a chi ha dato inizio alla splendida storia dell'Ente, 85 anni di lotte e conquiste sempre guidate dal suo ricordo e esempio.

Dopo la messa in onore di Magarotto, la mattinata è proseguita con la visita al Convitto Statale per Sordi; questa è stata l'occasione per fare il punto sul livello di accessibilità e qualità dell'istruzione per i sordi, a partire dai più piccoli.

Hanno preso parola vari rappresentanti delle istituzioni e dell'ISISS Magarotto, come il Rettore di Padova Emanuela Veronese e i dirigenti scolastici di Roma e Padova Isabella Pinto e Arianna Caccaro, Direttore Ufficio Scolastico Dott. Bergamo e l'Assessore alle politiche educative del Comune di Padova e Cristina Piva Assessore Politiche educative e scolastiche.

Ricordare il passato e lavorare per un futuro migliore: non potevamo cominciare nel modo migliore queste tre giornate così importanti per la comunità sorda.